Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘valle d’aosta’

Lacune storiche

Ho bisogno di aiuto.
Qualche mattina fa passando per una strada che costeggia una fabbrica, circondata da un muro mi sono imbattuta in una terribile scritta, a caratteri cubitali sul muro stesso che dice:
– TROIE + FASCISMO (proprio con i segni matematici + e -)
e proseguendo nella guida a occhi sbarrati ho letto poco dopo:
ODIA LE BANCHE AMA IL FASCISMO

Premettendo che anche graficamente è proprio una brutta scritta,
proponendo di indire un concorso fra i migliori writers per riempire quel muro di arte urbana,
mi chiedo:
Quel’è il nesso fra le cosidette troie, le banche e il fascismo?
Ma le troie e le banche son comuniste?
Non riesco a capire, deve essere certamente una mia lacuna storica, quindi, se qualcuno lo sa, potrebbe spiegarmi il significato di tale concetto?
Con amarezza mi auguro che venga coperta, giusto per il senso estetico dell’intera strada……..
😦

Annunci

Read Full Post »

Siamo alle inondazioni rosse che ustionano e uccidono… alluminio riversato sul territorio già arrivato al fiume…

Quante notizie si sentono catastrofiche quanto della chiazza nera in Messico? Noi le dimentichiamo qualche giorno dopo, ma la nostra Madre Terra no…

Girellando in rete ho trovato sul sito di Beppe Grillo un’intervista a Jeremy Rifkin, ci da qualche speranza, dovremmo solo diffonderla il più possibile…

http://www.beppegrillo.it/2010/10/una_via_duscita/index.html

Read Full Post »

Proprio un paio di giorni fa leggevo sul giornale di appelli affissi alle porte delle biblioteche romagnole nei quali si dicono ben accette le donazioni di libri. Le nuove manovre e i nuovi tagli impediscono l’acquisto di libri e quindi l’arricchimento delle biblioteche e degli utenti, donate libri alle biblioteche.

Tagli alla cultura, tagli alla ricerca, tagli all’istruzione, tagli alle regioni, tagli sulle pensioni… ma quanto bisogna tagliare prima di arrivare agli stipendi dei parlamentari, ai loro privilegi (auto, telefoni, autostrade, vacanze, case, ecc…) ??

Quanto dobbiamo ancora donare prima di liberarci del vero peso che sta facendo affondare la nave? Si tagliano le scialuppe convinti che siano il peso, oh, le scialuppe sono di salvataggio è il resto che pesa!!!

Mentre i paesi vengono travolti da alluvioni i loro sindaci vengono arrestati per essersi intascati soldi destinati al ripristino dei danni fatti da precedenti alluvioni…

Ma che ci sta succedendo, davvero abbiamo raggiunto la maggioranza di disonesti a troneggiare su questo brandello di paese?

Speculazioni, truffe, raggiri… associazioni segrete…e intanto noi… sosteniamo la ricerca, sosteniamo i bambini, sosteniamo le scuole, sosteniamo anche le biblioteche e… E CHI CI SOSTIENE A NOI????

Comunque, avrete in casa dei libri che non leggete più, che magari non vi sono piaciuti o che semplicemente sapete che non leggerete mai più; sentite se la biblioteca del vostro paese li vuole, informatevi se c’è una biblioteca e iniziate a frequentarla se non lo fate, sono luoghi strani le biblioteche, il punto dal quale si parte per ogni direzione, per ogni meta, il luogo in cui si può scoprire di avere una passione che non credevamo, che sia il disegno, i viaggi, o la letteratura, credetemi, prendetevi un paio di ore da passare con il naso fra gli scaffali di una biblioteca, troverete sicuramente qualcosa che può attirare la vostra attenzione.

se poi vi siete sbagliati riportate il libro indietro e ne cercate un altro….

Read Full Post »

Dopo l’avvistamento della tigre a Roma e della pantera in Toscana…

Stasera mi sono affacciata alla finestra e cosa ho visto?

Due mucche, che come comari a chiacchiera, si facevano un giretto per il paese, libere dal pascolo! Che buffe, avanzavano soffermandosi di cancello in cancello, beffandosi della solita fila che sono costrette a mantenere quando vanno al pascolo.

Di solito passano le volpi, a volte qualche capriolo e nel bosco si sentono i cinghiali, le mucche fanno parte degli animali domestici, mi sono sembrate buffe fuori dalle regole e a passeggio dopo cena, speriamo solo che non decidano di scendere ad Aosta, la strada regionale non è il massimo per passeggiare…

Dopo galline in fuga… mucche alla riscossa!

Read Full Post »

Ecco, dopo i sassi dai cavalcavia, dopo l’attraversamento delle autostrade, darsi fuoco a un braccio o le vecchie corse in moto o in macchina ecco che leggo della nuova follia chiamata addirittura “sport estremo”, detta “balconing”.

Suppongo sappiate di cosa si tratta, si beve un monte e poi ci si lancia dal balcone dell’albergo cercando di centrare la piscina, a volte si riesce a volte no.

Credo non ci sia bisogno di commentare, ma evidentemente se viene fatto e anche rifatto, ci deve essere un problema di fondo che serpeggia inevitabilmente in un sacco di ragazzi giovani, e a loro vorrei rivolgermi:

Quest’inverno affittate uno chalet in alta montagna, aspettate la neve e… FATE IL TETTONING, ossia il balconing invernale, senza fracassarvi sul bordo di una piscina.

Potrebbe essere anche una buona proposta pubblicitaria per venire in vacanza in Valle D’Aosta e riportare un po’ di vita, invece di stimolare la gente chiedendogli:”Vuoi sapere cosa c’è sotto dieci metri di neve?” potrebbero mirare alle nuove mode e filmare un po’ di ragazzi che si tuffano nelle montagne di neve fresca…..Deve essere alta eh, altrimenti si ottiene lo stesso effetto dell’altro tipo di balconing…

Perchè il senso del pericolo va innalzando le sue soglie sino  a eliminarle totalmente in alcuni casi?

Read Full Post »

Chi oggi ha avuto la fortuna di andare a Cogne e di vedere lo spettacolo di Laura Kibel potrà confermarmi che è stato davvero unico…

Io ho lavorato ma la mia famiglia è salita in montagna e si è imbattuta in questa poliedrica artista, con un biglietto da visita lungo una ventina di centimetri e… a forma di piede!

Si, fa spettacoli travestendo i suoi piedi con abiti e particolari da lei realizzati, un personaggio incredibile e vi scrivo il suo sito così se avete voglia di conoscere un’artista che vive di un’arte speciale…

www.laurakibel.com

Read Full Post »