Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2010

Siete andati alla Fiera del Libro a Torino?

Nello spazio incubatore del padiglione 1 c’eravamo anche noi, Faligi e Ofelia, alta 2 metri e mezzo! Vedere il mio nome su quel cartellone mi ha provocato uno strano senso di timidezza, che dopo aver fatto il giro dei padiglioni e degli editori, si è quasi trasformato in un senso di vergogna. “Oh, ma qui ci sono un sacco di scrittori veri, che ci faccio io?”

Noi eravamo nello spazio incubatore, dove molti probabilmente stavano facendo il mio stesso pensiero, la prima volta nel mondo dell’editoria, qualcuno leggerà il mio libro?

Io scrivo perchè è un po’ come se fosse il mio sport senza il quale sento atrofizzarsi il cervello, non scrivo per vendere, ma vedere la mia creatura, Ofelia, in carta, con una bellissima copertina e in formato libro, non l’ A4 dei fogli… beh, fa uno strano effetto vedere trasformato il proprio sogno in realtà, e sarei anche già contenta così, ma… se lo leggete lo sarò ancora di più!!

Mi ha fatto molto piacere conoscere alcuni autori della Faligi, Omer Calderoni, Simone di Roma (mannaggia non trovo il tuo cognome!), Ivana Posti, bello conoscere persone che scrivono e bello conoscere le loro compagne di vita, coloro che come il mio compagno, sopportano le stranezze che si aggirano attorno a uno scrittore, sono stata contenta di avervi conosciuto e spero che si crei un salotto di chiacchiere sui libri su questo nostro spazio messo a disposizione dalla Faligi.

Ho un solo appunto per coloro che hanno iniziato a smontare gli stand della fiera la mattina di martedi: Accidenti, potevate avere un po’ più cura dei cartelloni che pubblicizzavano i libri, lo sapete che non li manda il cielo ma sono frutto del lavoro di diverse persone? Potevate almeno evitare di strapparli, e così Ofelia alta due metri e mezzo se n’è andata…

A parte questo…

i libri sono il miglior antidepressivo al mondo, la maggior fonte di spunti per la nostra vita e… leggere e scrivere fa bene non c’è niente da fare, voi che ne dite?

Read Full Post »

Qualcuno mi scrive

Abituata a non ricevere risposte sul blog, sinceramente, non sono più andata a dare una sbirciatina, poi oggi, per caso l’ho fatto ed ecco che trovo i primi commenti…
Gianluca, Principe, Pippo, Caju, ciao!
A parte Pippo è la mia vita di Firenze che chiama, e ancora una volta mi rendo conto di quanto questo strumento infernale chiamato computer azzeri distanze e confini.
Ho rivisto il Caju, ho avuto notizie di te Gianluca perchè mentre la tua bimba veniva al mondo la mia sempre amica Gaia era in ospedale a fare un’ecografia per la sua bimba..e tu Principe…che dire…i muri si spostano solo con un terremoto.

Avere vostre notizie e facendo un rapido conto degli anni…
Accidenti superati i trenta si è grandi per forza, l’Agrario è lontano anni luce e noi nuotiamo nel mondo, com’è la sensazione?

Quanti problemi si è convinti di avere a quell’età…
Quanta smania, quanti propositi, e quante elucubrazioni mentali… a che punto della vita siete?
Siete felici?
Lottate per essere felici?

Grazie Gianluca se davvero leggerai la mia Ofelia, fammi sapere senza indugi le tue impressioni!

Leggete gente leggete!

Read Full Post »